Area riservata



« Galleria Artisti Contemporanei

Sala 09

Osvaldo Contenti

Osvaldo Contenti

Sono nato a Gorizia l’11 luglio 1956, ma risiedo a Roma dove mi sono diplomato al IV Liceo Artistico. Dopo il conseguimento del diploma, ho lavorato come decoratore di ceramica artistica presso vari laboratori-show di Roma per circa tre anni. Intanto esponevo con buon successo i miei lavori (pitture e incisioni), di tendenza figurativa moderna, presso varie Gallerie d’Arte. Verso la metà degli anni ’80, scoperta la computer-grafica, ho iniziato una ricerca in tale versante che dura ancora oggi. 

Il nostro amico e collaboratore Osvaldo Contenti ci ha prematuramente lasciati nel Luglio del 2014.
Questo spazio espositivo vuole essere un tributo alla sua memoria.
Ciao, Osvaldo!

 

Contesina Spatariu

Contesina Spatariu

Quando la mia madre era incinta, diceva a tutti “Questa sarà una femmina, si chiamerà Contesina ed avrà un grande talento in pittura”. Il suo desiderio è diventato realtà… almeno fine a un certo punto...
Dal fango della povertà iniziava a brillare una ragazzina che prometteva tanto nell'arte. Dipingere era la sua unica bella cosa nella vita, erano i suoi momenti di pace e tranquillità, i suoi momenti di fuga dalle tempeste emozionali che la circondavano sempre in casa. Partecipava ai concorsi d’arte e, quando aveva solo 8 anni, una giornalista la definiva “una piccola pittrice, una grande speranza”. A 12 anni, la madre decide di “tagliargli le ali” e la manda lavorare per mantenersi. Nel 2012, da una seria d'incidenti ed un mese di noia in ospedale, riprende a dipingere.
Adora ritrarre delle volti con personalità, che possano esprimere il suo stato d’animo con i colori vivi e forti e che possano emanare energia. Nata a Bucarest (Romania) il 9 agosto '83, adesso vive in Italia... e promette che nessuna persona non le taglierà di nuovo le ali come aveva fatto la sua madre.

Per informazioni puoi contattarmi vi e-mail all'indirizzo:
s.contesina@yahoo.it oppure telefoicamente al n. 331.5262613.

 

Graziella Tessari

Graziella Tessari

Graziella TESSARI, nata a Biella, appassionata sin da giovanissima, si è dedicata alla pittura da autodidatta, iniziando ad esporre e a partecipare a mostre collettive riscuotendo significative affermazioni.

Antonio Gonzato

Antonio Gonzato

Ha frequentato all’Accademia delle Belle Arti G.B Cignaroli, i corsi di tecniche pittoriche,affresco ed incisione (acquaforte). Ha esposto in Gallerie di rilievo internazionale: Ferrara, New York, Lugano, Nizza, Venezia, Roma, Torino, Firenze, ed è stato ammesso alla 1°Biennale della Creatività a Verona e recensito dalle principali riviste e cataloghi: Arte - Padova Fiere, L’Elìte, Arte Mondadori. 
E’ stato ripreso nel Telegiornale Rai 3 -  Valutazione minima Opere ad Olio: € 300,00 - Incisioni minimo: € 80,00  

Antonio Gonzato esprime nelle sue opere la straordinaria ricchezza della sua esperienza creativa, sostenuta da profonde conoscenze tecniche e da una viva sensibilità interpretativa. Paesaggi e scorci naturalistici sono soggetti ricorrenti nei suoi dipinti di preferenza ad olio su tela di juta, ravvivati da impressionistiche luminosità in una vivace terminologia cromatica che fa percepire con immediatezza la poesia, l'incanto, la freschezza dei luoghi e dei momenti che l'artista ritrae, eternandone con felice ispirazione la suggestiva bellezza. Non mancano tuttavia nel suo fecondo percorso ideativo altre tematiche quali scene sacre, figure, realizzate con la tecnica dell'affresco o mirabili incisioni, opere in cui si condensa con uguale intensità la ricca espressività dell'artista, che con il suo operare trasmette valori: imprescindibili di umanità e di spiritualità.
            (V. Cracas L’Elìte)   

Pittore dai forti mezzi espressivi, Antonio Gonzato può passare dal soggetto profano a quello sacro ma avremmo torto a credere che si tratti di semplice virtuosismo. In realtà a noi sembra che tra le sue immagini sacre ed i suoi paesaggi circoli qualcosa di comune. E' una religiosità ora aperta alla fede degli umili, oro sottilmente diffusa nei suoi paesaggi dove circola appunto un senso mistico di evocazione, come una misteriosa presenza che ci induce al raccoglimento. Vi si assapora la Vita e la Speranza dell' eternità."                                                                                                                                                       Prof. Vittorio Abrami  (Storico D'Arte di  Firenze)      

Si segnalano altre recensioni su riviste e cataloghi di: Calogero Ragusa: “IL Quadrato “ Piero Piazzola Poeta - Enzo Fabiani Arte Mondadori - Giorgio Trevisan e Vera Meneguzzo Giornale L'Arena di Verona - G. Trabini Ferrara Dott. S. Perdicaro e V. Cracas Annuario L’Elìte dal 1998 al 2014 -Annuario Comed - Catalogo Arte Torino - Catalogo Arte-Padova Fiere - Arte Boè - Ars Rizzoli De Agostini.
Potete trovare le opere dell'artista nel seguente link http://www.artecatalogo.net/SchedaArtista.asp?nome=33 e scrivergli a gonzartony@gmail.com

Cécile Dumas

Cécile Dumas

Cécile Dumas è nata a La Magne (Svizzera Francese) nel 1942. Suo padre, fabbricante di organi, ha trasmesso ai suoi quattro figli l’amore per la musica e l’arte in generale. Ha compiuto i suoi studi all’Ecole Normale di Fribourg e ciò le ha permesso di insegnare  la sua lingua materna nelle scuole svizzere così come quelle italiane. A Roma incontra suo marito. Dal loro matrimonio, nascono due figlie. Oggi, la famiglia si è arricchita di tre nipotini, Jacopo, Caterina ed Elia che sono la gioia dei loro nonni. Ora vive a Foligno, in Umbria, sua nuova patria.
Fin da piccola ama disegnare la natura “en plein air” e schizzare i ritratti dei suoi familiari. Poi, la vita prepara ad altre cose. Il matrimonio, le figlie, l’insegnamento l’hanno assorbita per molti anni. Solo in età matura ha potuto dedicare le sue ore libere a questa felice predisposizione per la pittura che è diventata sempre più una passione. Ricorda ancora la volta che la sua migliore amica, pittrice per svago, le regalò una scatola di colori ad acquerello. E lei, infatti, che le ha trasmesso il piacere per il colore e la creatività manuale. Poi incontra una persona che sarà decisiva nella sua formazione di pittrice, il Maestro Timi. Seguendo le sue lezioni, ha imparato l’arte del dipingere. Ha cercato, nel tempo, di armonizzare i colori, dar loro delle sfumature, mettere in evidenza i chiari e gli scuri, le luci e le ombre. Nel suo cammino artistico, spazia nelle diverse tecniche pittoriche, cimentandosi nell’olio su tela, prediligendo il figurativo che coincide con la corrente iperrealista, gli acquerelli e, specialmente, i vinarelli che sono dipinti solo col vino rosso.
Ha maturato e raggiunto dei traguardi gratificanti che la spingono a proseguire: Numerose sono state le sue partecipazioni in collettive e rassegne artistiche dove si è aggiudicata premi e riconoscimenti importanti e pubblicazioni delle sue opere in riviste d’arte, come Boe, Avanguardie Artistiche. Adesso dipinge prevalentemente ad olio, tecnica che sta affinando presso l’Associazione: “La Tavolozza” a Foligno, alla quale è iscritta da parecchi anni.