Area riservata



« Galleria Artisti Contemporanei

Sala 07

Dannie Praed

Dannie Praed

Artista autodidatta conosciuta col nome d’arte Dannie Praed, vive ed opera a Modena, dove ha iniziato l’attività artistica negli anni ’90. L’artista manifesta una ricerca pittorica in continua evoluzione. Tuttora le piace lavorare liberamente muovendosi tra le diverse tecniche, sfidando le sue capacità.

L’esplorazione di nuove esperienze, elaborate da una sua creatività individuale, é sostenuta dalla gratificazione di poter trasmettere ed esprimere, ascoltando la propria anima, le sue emozioni in immagini paesaggistiche, informali o figurative.
La sua pittura svela una sensibilità naturalistica, definita naif, coglie scene realistiche, che vanno oltre la semplice rappresentazione di colori e dettagli.
Le sue opere rivelano sentimenti velati in una atmosfera fantasiosa o incantata.
Ha partecipato ad importanti rassegne su territorio nazionale, ricevendo riconoscimenti.

Maurizio Carpanelli

Maurizio Carpanelli

Maurizio Carpanelli nasce a Bologna nel 1946. Frequenta il liceo scientifico e poi la facoltà di Ingegneria laureandosi in elettronica. La passione per l'arte non nasce ad un tratto, prosegue parallelamente alle attività di carattere scientifico, ma è vissuta, per molti anni, come un momento intimo da custodire segretamente. Inizia così una brillante carriera nel campo dell'industria riservando solo per sé la propria passione artistica. Con il tempo il piacere si trasforma in necessità e nel desiderio di confrontarsi con un pubblico. Dal giorno in cui ha dipinto il primo quadro ad oggi sono passati più di trent'anni ed è solo da qualche anno che Carpanelli ha iniziato a presentare le sue opere in mostre personali. Quale mezzo migliore di Internet per collegare le sue due anime di artista e di tecnico?

Nella presente Web Art Gallery, è possibile vedere la produzione astratto / informale dell'artista, mentre nel sito www.mauriziocarpanelliart.it sono presenti le opere della sua produzione pittorica figurativa.
Maurizio Carpanelli vive e lavora a Bologna.
L'indirizzo del suo studio è: via Turati, 38/2 - 40134 Bologna (Italy)

Stefania Rabitti

Stefania Rabitti

Stefania Rabitti è nata a La Spezia nel 1953 e dopo essersi diplomata ragioniera lavora presso ditte operanti  nel settore del commercio. Ma la sua vera passione è la pittura, che comincia a praticare sin da ragazzina dipingendo paesaggi della Liguria in stile naif. Con il passare degli anni si interessa ai principali movimenti pittorici ed in particolare all’impressionismo ed alle correnti successive. L’artista trae il motivo ispiratore dalla natura, rielaborata in una visione personale che non presume complicazioni intellettualistiche ma intende rivolgersi più al sentimento che alla ragione. La sua pittura è stata definita dalla critica  “poesia del ricordo” per i suoi soggetti prediletti: interni soffusi di luce o paesaggi marini della sua terra, rappresentazioni campestri e composizioni floreali . Il tutto avvolto in un chiarismo derivato dalla forza diffusiva della luce. Una luce tesa a rivelare l’intima essenza delle cose, come pure la loro vivida immagine stratificata nei meandri della memoria.  Talvolta sente il bisogno di dipingere senza seguire schemi, ma semplicemente accostando i colori in maniera istintiva e  dando vita a forme che si prestano a svariate interpretazioni e che per lei sono solo delle ”fantasie”. Ha partecipato a numerose mostre collettive ed a concorsi nazionali  ottenendo importanti premi e  riconoscimenti. Ha allestito diverse mostre personali che le hanno dato notevoli soddisfazioni. E’ inserita nel catalogo nazionale “Il Quadrato” ed alcuni suoi quadri sono in mostra permanente presso gallerie d’arte a Viareggio, Cortona e Levanto.  

 
Per eventali contatti:
Cell. 3487740467
E-mail: stefaniarabitti@virgilio.it  

Matteo Cascetti

Matteo Cascetti

Amo esprimermi con il disegno e la pittura fin da bambino. 

Essendo cresciuto in un ambiente artistico, ho sempre pensato che "creare" sia una funzione di primaria importanza per la mia esistenza.
Credo che "l’arte" sia un incredibile linguaggio universale capace di arrivare ad esprimere i sentimenti più puri e di sfiorare gli animi di tutte le creature.
Mi piace molto creare attraverso la pittura e il disegno, anche se amo cimentarmi anche in altre tecniche e sperimentare attraverso altri mezzi e materiali.
In genere prendo ispirazioni per le mie opere dalla mia vita, dai miei stati d'animo e da quello che accade intorno a me, mi piace "conoscere" e "scoprire" quello che sto creando.

Michele Petrocelli

Michele Petrocelli

Michele Petrocelli nasce a Roma nel 1946.
Autodidatta, si avvicina al modo dell’arte da adolescente.
Realizza piccole opere su cartoncino e tele con matita, china, acquerello e olio che vende a Piazza Navona concretizzando, per la domenica, quanto necessario per pagare due pizze.
La pittura nonostante gli studi scientifici prima e il lavoro professionale poi è presente solo nei tempi liberi che rimangono.
Immerso nel realizzare opere iperrealiste che lo impegnano molto.
La pittura comincia ad entrare profondamente a far parte della sua vita grazie alla grande passione per i quadri di Van Gogh, kandisky per ritrarre non ciò che si vede ma ciò che si sente.
Invitato a una mostra a tema con il patrocinio del Presidente della Repubblica (Ciampi) partecipa con un opera che descrive quanto ancora resta di figurativo nella sua inventiva e viene insignito del titolo di pittore accademico,
Forme,  linee e colori da questo momento sono i cardini principali della sua idea di pittura.
Ha sempre dipinto nel corso degli anni con intensità variabile ma lontano dalle mostre
Abbandona la pittura figurativa per ritornarvi di tanto in tanto con tramonti e paesaggi ma si avvicina più radicalmente alla pittura astratta cercando incessantemente di trovare l’equilibrio dei colori nelle forme,
Un’astrazione più geometrica che occupa lo spazio occupato dalle forme come a voler dar vita a nuovi mondi in un futuro non troppo lontano,
Quello che si evidenzia dalle sue opere una dimensione di gioia da un uso sapiente dei colori accostati in armonia.
Lo spazio e le forme sono i punti salienti della sua ricerca. 

Massimo Nardi

Massimo Nardi

Massimo Nardi, nato a Bari il 05/09/1963, si è diplomato al Liceo Artistico di Lucca, ha conseguito la Maturità di Maestro della Ceramica a Bari, si è specializzato nella scenografia lavorando con il Teatro Petruzzelli realizzando scenografie della lirica, televisione e spettacoli in genere.

Numerose sono state le sue partecipazioni in collettive e rassegne artistiche, dove si è aggiudicato premi e riconoscimenti importanti.
Hanno scritto di lui critici e giornalisti e le sue opere sono in collezioni pubbliche, private ed ecclesiastiche in Italia e all'estero.
 

Tommaso Patruno

Tommaso Patruno

TOMMASO PATRUNO è nato a Bari il 1935 dove opera in Via Giacomo Puccini, BARI (San Girolamo) Tel: 080.2031199 cell: 320.5679897.
 

"Immediatezza di presa... senza ri... presa, cioè dinamica realizzazione di dinamica di osservazione. In tal modo la visione, effetto di osservazione in movimento si traduce, sulla tela, in fermato attimo di realtà..."

 

"...non molte pennellate, per realizzare un quadro. Non molti colpi dí colore dati, è il caso di osservare, con esattezza e con gusto d'assieme, per realizzare una immediata visione, una sua urgente idea... una macchia sin trasforma in paesaggio o in una gustosa umana raffigurazione."

Franco Santamato 


"...perchè Patruno è un pittore di atmosfere, che riesce a far vivere le cose, anche senza l'ausilio della figura, lui che è essenzialmente un figurativo, ma che sente fascino preponderante del colore, come materia che genera, con le sue macchie decise e sfumate, il colpo d'occhio del momento, in una autonoma resa di eco impressionista". 

Gustavo Delgado 


"...tridimensionalità per un viaggio introspettivo"

Alessandra Arcella
(Storica dell'arte)


"...fissare una impressione di quanto accade nel rapido scorrere degli eventi nel più breve spazio di tempo, è il mio scopo."

Tommaso Patruno

 

Tra le numerose personali segnaliamo:

Mipar, Bari - Circolo della Vela, Bari - Circolo Unione, Trani - Mediterranean, Brindisi - Galleria Carus, Milano - Il Crocicchio, Bologna - Fondazione "Anna Pane", Roma - Palazzo Doria, Genova - Prensa, Madrid - Echo, Vienna Kunsthalle, Salisburgo Lekenhal„ Colonia - Palais D'Europe, Bruxelles - I.R.L.A.C. Gallery, Parigi - Expo Bianca, Bari. 


Alcune citazioni in: 
Die abstrakte Kunst, Bolaffi Arte n° 64 e 66, artisti italiani dell'800 E '900, Il Resto del Carlino, la Voce di Ferrara, Il tempo, Radio Bari, La Gazzetta del Mezzogiorno. 


Ha partecipato a molte collettive di prestigio ottenendo lusinghieri premi e riconoscimenti. 


Citiamo: 
Conferimento Trofeo in Bronzo Arti Figurative, Palazzo Barberini Roma; IV Mostra Naz. D'Arte Sacra Contemporanea, 1V Rassegna Nazionale del miniquadro (Gall. Alba Ferrara) Coppa del Sindaco di Bologna; Quinquennale di Trofeo della Vittoria (Casa Edit. Alba Ferrara) Coppa del Sindaco; IX Premio internazionale di pittura (Città Eterna Roma) Medaglia d'argento; 1' Premio Vendemmia Rebaudengo-arte (Asti) Medaglia d'oro; X Premio di pittura internazionale "Anna Pane" Medaglia aurea Campidoglio, Roma; XV Rassegna internazionale d'arte I biennale, Napoli; Oscar d'oro Città di Napoli patrocinato dalla Giunta Regionale Campana e dalla Presidenza del Parlamento Europeo 5° classificato Medaglia di bronzo, "Premio Filippo De Pisis" (9 Dicembre 1978), Roma; Biennale Internazionale d'Arte, Bari 2018; Biennale Internazionale d'Arte, Genova 2019; VA Esposizionw Arti Visive, Castello Ducale Orsini Fiano Romano; Arti Visive, Biblioteca Angelica Roma; Esposizione Internazionale D'Arte Contemporanea 2020, Palazzo Stella Genova.