Area riservata



« Galleria Artisti Contemporanei

Sala 13

Gianluca De Grossi

Gianluca De Grossi

L’attività artistica orientata verso il mondo dell’arte comincia nel maggio del 1994.

Nato a Imola (BO) nel 1970, l’artista ha sempre avuto la tendenza verso il disegno artistico e verso il mondo dei colori. Conseguito il diploma di maestro d’arte, all’istituto statale d’arte di Bologna,  decise di abbandonare i canoni accademici a lui imposti, ricercando al contrario un’espressione artistica e iconografica del tutto personale, scegliendo di essere un artista completamente  autodidatta.
I primi anni della sua produzione, l’artista realizza opere proiettate su diversi orizzonti, rientrando nella sfera del puro eclettismo,poi successivamente la sua visione artistica subirà una leggera e graduale trasformazione, alla volta di una più decisa personificazione stilistica, che caratterizzerà la mano e la mente dell’autore.
La ricerca tecnico espressiva è alla base della sua pittura.
Bisogna sottolineare con particolare rilievo la forte tendenza nel ricercare il contrasto dei colori, i quali emergono carichi di luce ed energia, da fondi scuri o variopinti.
 
CARATTERISTICA TECNICA: uso del pennello, gli sfondi vengono preparati con colori acrilici diluiti, i soggetti vengono rappresentati con colori a olio, non diluito.
 
CARATTERISTICA TECNICA DAL 2009 IN POI: uso del pennello, l’opera viene realizzata completamente a olio.
La produzione artistica è divisa in 5 periodi o tendenze:
 
1° periodo: eclettismo   maggio 1994/maggio '97
Fase di ricerca, sperimentazione
 
2° periodo: surrealismo prospettico maggio 1997/aprile '98
Le stanze prospettiche: ogni contesto, oggetti e soggetti, sono      circoscritti all’interno di stanze.
Assenza di uno o più pareti nella stanza: periodo transitorio che aprirà le porte alla fase pittorica successiva.
 
3° periodo: surrealismo onirico aprile 1998/ settembre '05
Annullamento della stanza prospettica. La mente è libera di  spaziare nell’infinito, verso un paesaggismo surreale, non più soffocato dalle pareti di una stanza.
 
4° periodo: surrealismo simbolico settembre 2005/ dic. '07
Fase nuova in cui la terra e il cielo sono rispettivamente al loro posto, non più capovolti e sconvolti come nel periodo precedente.
 
5° periodo: realismo e surrealismo     dicembre 2007 in poi…
Fase in cui oggetti e soggetti della vita quotidiana vengono inseriti in un contesto, a metà strada tra il reale e il surreale.