» Home » Vernice Fresca » “Da Kandinsky a Botero. Tutti in un filo”


Area riservata



“Da Kandinsky a Botero. Tutti in un filo”

Venezia, Palazzo Zaguri
Dal 1 Novembre 2018 al 31 Ottobre 2019
“Da Kandinsky a Botero. Tutti in un filo”

Vasilij Kandinskij

Schizzo per “Composizione II”

Palazzo Zaguri riaprirà il 1 novembre con un evento di respiro internazionale, un’esposizione mai vista finora con opere del valore complessivo di circa cinquanta milioni di euro, per la cui tutela serviranno quindici giorni di chiusura, necessari alla messa in sicurezza dei manufatti. Non a caso si parla di manufatti, tessuti per ore da abili mani femminili per decenni, grazie all’intuizione e alla lungimiranza di un italiano appassionato di cultura contemporanea, il cui ultimo desiderio era proprio quello di esporre tutte le sue realizzazioni a Venezia. Non sono stoffe, non sono costumi di scena. Sono opere capaci di stupire e di “catturare” chiunque, per la finezza dell’ordito e la maestria nel miscelarne i colori sulla tela. Da Kandinskij a Botero, passando per De Chirico, Mastroianni, Paul Klee, Henri Matisse, Joan Mirò e Andy Wharol, solo per citare alcuni dei grandi maestri del ‘900 presenti alla mostra. Perfino Renzo Piano fece “tradurre” alcuni suoi disegni con questa tecnica, a imperitura memoria. Tutti in un filo. Oltre 100 grandi opere, 35 sale espositive su 5 piani. Un evento internazionale per incontrare il meglio dell'arte del ‘900 attraverso celebri maestri: una grande mostra che va oltre il quadro, oltre l'artista, oltre la pittura. Un viaggio lungo più di un secolo, insomma quasi un ritorno alle origini, un forte richiamo alla storia del tessuto cittadino veneziano: Il nobile Palazzo Zaguri di Venezia torna ad essere un luogo d'arte e di cultura. Il palazzo, infatti, fu eretto tra il XIV e il XV secolo per volontà della famiglia Pasqualini, famosi commercianti della seta. E sono proprio le trame e gli orditi, i protagonisti di questa nuova e inedita mostra, in un continuum spazio temporale che lega storia e attualità. 
Quando Vassily Kandinsky, precursore e fondatore della pittura astratta, nel 1925 dipinse Rosso, Giallo, Blu mai avrebbe immaginato che un italiano, innamorato dell’arte contemporanea, del suo quadro avrebbe fatto un arazzo talmente bello da sembrare un dipinto. Il capolavoro dell’artista franco russo è il simbolo della mostra.
Il nobile Palazzo Zaguri torna ad essere luogo d’arte e di cultura. È qui che prende vita una mostra unica al mondo, un evento internazionale in prima assoluta. Un importante progetto culturale, nato dal desiderio di raccontare l’avventura dell’arte che rinnova sé stessa, tramite il disegno, la tradizione e l’innovazione, la mostra presenterà straordinarie opere, realizzate durante tutto l’arco del Novecento, muovendosi sempre tra ricerca e sperimentazione. Non mancheranno vere e proprie scoperte, opere presentate al pubblico per la prima volta, contaminando valori e suggerendo un dialogo ricco e vivace con la presentazione di opere di importanti artisti contemporanei, selezionati per creare una continuità artistica al di là del materiale e del tempo. La mostra Da Kandinsky a Botero tutti in filo si presenta dunque come un grande momento espositivo, in cui la scultura, la pittura e il disegno antico e moderno, testimonieranno a piena voce che l’Arte è davvero un filo ininterrotto.

Scheda tecnica della mostra

Titolo mostra: “Da Kandinsky a Botero. Tutti in un filo”
Luogo: Venezia (VE), Palazzo Zaguri Calle Zaguri, 2667
Periodo: Dal 1 Novembre 2018 al 31 Ottobre 2019
Orari: Dal 1 novembre 2018 al 1 maggio 2019 da martedì a domenica 10.00-19.00 (ultimo ingresso ore 18.00). Lunedì chiuso
Ingresso: Intero 16 € Ridotto 14 € Tutti i dettagli specifici d'agevolazioni e riduzioni sono consultabili nel sito della mostra
Sito web: www.artistidelnovecento.it/