» Home » Vernice Fresca » Filippo de Pisis. L’illusione della superficialità



Area riservata



Filippo de Pisis. L’illusione della superficialità

Firenze, Museo Novecento
Dal 18 Marzo al 7 Settembre 2022
Filippo de Pisis. L’illusione della superficialità

Filippo de Pisis, Natura morta con il quadro del Greco, 1926

Olio su cartone applicato su tela, Collezione Privata

©Farsetti, Courtesy of Farsettiarte

Tre artisti, tre generazioni a confronto in un gioco di incastri e rimandi fatto di coincidenze iconografiche, strategie concettuali e passioni artistiche e letterarie: Filippo de Pisis, Giulio Paolini e Luca Vitone si incontrano al Museo Novecento in un dialogo a tre voci, all’interno di un progetto espositivo a partire dal 18 marzo e fino al 7 settembre 2022.
La nuova stagione di mostre propone un progetto espositivo sorprendente e del tutto originale, che consente di approfondire la conoscenza di tre artisti apparentemente molto diversi tra loro, rileggendone la produzione a partire da una prospettiva inedita. Tre mostre personali, separate ma interconnesse, che danno vita a un gioco di specchi e di confronti tematici. La mostra Filippo de Pisis. L’illusione della superficialità, nata da un’idea di Sergio Risaliti, co-curata da Lucia Mannini e organizzata in collaborazione con l’Associazione per Filippo de Pisis, ospiterà oltre quaranta opere del pittore e letterato ferrarese al primo piano del Museo Novecento.
Traendo spunto dalle parole scritte da Elio Vittorini in occasione della personale tenuta da de Pisis a Firenze nel gennaio del 1933, l’esposizione indaga alcuni temi portanti della produzione artistica di una delle personalità più complesse del primo Novecento italiano.
Accusato spesso di perseguire una pittura dalla “superficialità decorativa” di matrice neo-impressionista – per via della pennellata rapida e leggera e dei piacevoli accostamenti cromatici – de Pisis ha invece costruito molti dei suoi maggiori dipinti tramite un gioco di rimandi e riferimenti, autobiografici e culturali. La «leggerezza di tocco» e la «facile contentatura negli accordi tonali» non escludevano, infatti, per Vittorini la «potenza rappresentativa» o «evocativa» o «espressiva» delle sue opere, ma anzi, gli riconosceva di saper esprimere con minimi mezzi, e quasi sfiorando appena la tela con il pennello, «l’intima vitalità delle cose».

Scheda tecnica della mostra

Titolo mostra: Filippo de Pisis. L’illusione della superficialità
Luogo: Firenze (FI), Museo Novecento Piazza Santa Maria Novella, 10
Periodo: Dal 18 Marzo al 7 Settembre 2022
Orari: Orario Invernale: Lunedì - Domenica 11:00 – 20:00. Giovedì Chiuso. Orario Estivo: Lunedì – Domenica 11:00 – 21:00. Giovedì Chiuso.
Ingresso: Intero € 9,50 Ridotto € 4,50 (18-25 anni)
Informazioni: +39 055 2768224
Sito web: www.museonovecento.it