» Home » Vernice Fresca » BRUNO RITTER. ANMERKUNGEN



Area riservata



BRUNO RITTER. ANMERKUNGEN

Samedan, Kunstraum Riss
Dal 16 Dicembre 2022 al 20 Febbraio 2023
BRUNO RITTER. ANMERKUNGEN

©Bruno Ritter. All rights reserved

Bruno Ritter. Anmerkungen

Kunstraum Riss

Dal 16 Dicembre al 20 Febbraio 2023 Kunstraum Riss ospita la mostra "BRUNO RITTER. ANMERKUNGEN" con la partecipazione di Hansjürg Buob e Marcel Koller. 
Bruno Ritter è nato nel 1951. Vive a Maloja e lavora nel suo atelier di Chiavenna. Dopo il conseguimento del diploma della Scuola d’arte di Zurigo, dal 1975 al 1982 è stato insegnante d’arte in diverse scuole superiori del canton Zurigo. Nel 1982 si è trasferito a Canete, frazione di Villa di Chiavenna. Nell’isolamento del piccolo villaggio, a stretto contatto con la popolazione indigena, si inaugura per Ritter un periodo di intenso lavoro. In questo periodo un forte influsso sulla sua riflessione artistica viene dalla montagna con la sua ambiguità, i suo contrasti che oppongono il fascinoso al minaccioso. Ritter si trova a vivere come la gente del posto, tutto il giorno con la montagna che incombe e incalza, e quest’ombra, una volta minacciosa una volta misteriosa, si inserisce nella sua opera come un leitmotiv quasi ossessionato. Nascono qui grandi quadri come “Colui che torna a casa o la Testa/ Montagna”, dove le cime di montagne severe, quasi minacciose, si confondono con figure umane ingobbite dalla fatica giornaliera. Questo ciclo legato alla montagna trova il suo approdo in una monumentale opera intitolata Un tema barocco ispirata a Le radeau de la frégate la Méduse di Théodore Géricault. Uno degli elementi caratteristici di questo periodo sono i colori che invadono le sue tele con forza quasi violenta. “Qui”, commenta molto bene lo scrittore italiano Andrea Vitali, “il senso della catastrofe esplode in un groviglio di carni in bilico tra la morte e la vita di cui la zattera è l’ultimo appiglio. La pittura di Ritter si impasta di un groviglio inesplicabile tra colore e materia laddove emerge su tutto un uomo divorato dal desiderio di sopravvivere a se stesso. “Bruno Ritter, un’artista sempre in movimento tra due mondi diversi, antitetici, l’alpina Maloja e la vagamente mediterranea Chiavenna, è stato definito un “pendolare”, uomo di confine-artista di frontiera. Lo stesso giornaliero viaggio tra casa e atelier, che lo porta a vivere e lavorare in due mondi vicini ma diversi, diventa elemento di riflessione: il paesaggio che cambia, il volto della montagna ogni giorno diverso, i colori, le stagioni che si rincorrono, il cielo, impressioni di luci e di ombre, il proprio eterno vagare attraverso la verticalità della montagna e l’apertura del sud. Il pendolare viaggia e come una spugna assorbe tutte queste impressioni che poi, chiuso nel suo studio, riporta sulla tela. Sito dell'artista https://www.brunoritter.ch/.

Scheda tecnica della mostra

Titolo mostra: BRUNO RITTER. ANMERKUNGEN
Luogo: Samedan, Kunstraum Riss San Bastiaun, 6
Periodo: Dal 16 Dicembre 2022 al 20 Febbraio 2023
Orari: Dal lunedì al venerdì mattino 10:00 - 12:00 pomeriggio 16:00 - 18:00
Informazioni: 081 852 55 5
Sito web: www.riss.ws