» Home » Vernice Fresca » Klimt. L’uomo, l’artista, il suo mondo



Area riservata



Klimt. L’uomo, l’artista, il suo mondo

Piacenza, Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi
Dal 12 Aprile al 24 Luglio 2022
Klimt. L’uomo, l’artista, il suo mondo

Gustav Klimt

Ritratto di signora con fondo rosso, 1897-1898

Olio su tela, 30 × 19.5 cm, Klimt Foundation, Vienna | © Klimt Foundation, Vienna

Il 12 aprile 2022 apre al pubblico la mostra Klimt. L’uomo, l’artista, il suo mondo, il racconto di uno dei periodi più entusiasmanti della storia dell’arte del primo ‘900 visto attraverso la vita, il percorso creativo e le collaborazioni del padre della Secessione Viennese: Gustav Klimt.
Grande attesa per il ritorno a Piacenza del Ritratto di signora, il dipinto klimtiano trafugato misteriosamente nel 1997 e riapparso a dicembre 2019, in un vano lungo il muro esterno della Galleria.
Oltre al ritratto piacentino: 160 opere, tra dipinti, sculture, grafica, manufatti d’arte decorativa provenienti da 20 prestigiose raccolte, pubbliche e private, tra cui il Belvedere Museum di Vienna, la Klimt Foundation, Ca’ Pesaro-Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Venezia, il Lentos Museum di Linz, il Tiroler Landes Museum di Innsbruck, il Wien Museum e molte altre.
A far compagnia ai capolavori di Klimt, sul percorso espositivo appaiono memorie della Wiener Werkstätte, i laboratori d’arte decorativa fondati a Vienna da Josef Hoffmann e da Koloman Moser nel 1903, evocati da arredi, argenti, vetri e ceramiche, i Manifesti della Secessione, tra cui quello dello stesso Klimt Teseo e il Minotauro (1898), una selezione di disegni e incisioni di Schiele e Kokoschka, primi "eredi" di Klimt, insieme ad opere straordinarie come il Sogno del melograno (1912-1913) di Felice Casorati, la scultura in marmo e oro Carattere fiero e anima gentile (1912) di Adolfo Wildt e l’affascinate ciclo Le mille e una notte (1914) di Vittorio Zecchin, gli artisti italiani che a Klimt si ispirarono.
L'esposizione Klimt. L’uomo, l’artista, il suo mondo, curata da Gabriella Belli ed Elena Pontiggia, con il coordinamento scientifico di Lucia Pini, prodotta e organizzata da Arthemisia, è promossa dal Comune di Piacenza e dalla Galleria d'Arte Moderna Ricci Oddi, con la collaborazione del Belvedere, della Klimt Foundation e di XNL - Piacenza Contemporanea e il contributo della Regione Emilia Romagna, della Fondazione Piacenza e Vigevano, della Camera di Commercio Piacenza, di Confindustria Piacenza e di Crédit Agricole, Generali Valore Cultura, Iren, Fornaroli Polymers e Steriltom, con il supporto di Art Projects.

Scheda tecnica della mostra

Titolo mostra: Klimt. L’uomo, l’artista, il suo mondo
Luogo: Piacenza (PC), Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi Via San Siro, 13
Periodo: Dal 12 Aprile al 24 Luglio 2022
Orari: Aperta tutti i giorni 10.00 – 19.00
Ingresso: Intero: 9 euro Ridotto: 5 euro
Informazioni: 0523.320742
Sito web: riccioddi.it